Spedizione gratuita! In Italia da 79,00€
Tartufo Bianco d'Alba - Tartufi al Massimo
Fuori stagione
Descrizione

Nome scientifico: TUBER MAGNATUM PICO

Il Tartufo Bianco Pregiato, nome scientifico TUBER MAGNATUM PICO è considerato il tartufo per eccellenza, è il più prezioso sia dal punto di vista gastronomico che economico. Il suo sapore e profumo inconfondibile, appagante ed eccitante per le narici di chi lo aspira con intensità, unico nel suo genere lo ha portato ad essere il vero “diamante” della cucina e ad essere apprezzato in tutto il mondo. 

La superficie esterna (peridio) è liscia di colore giallo ocra, la superficie interna (gleba) è inconfondibile si presenta giallo-grigiastra con piccolissime venature e varia in simbiosi alle piante sotto a cui nasce come querce, tigli, pioppi e salici.

Il Tartufo Bianco, per nascere e svilupparsi ha bisogno di terreni particolari con condizioni climatiche altrettanto particolari: il suolo deve essere soffice e umido per la gran parte dell’anno, deve essere ricco di calcio e con una buona circolazione di aria.  E’ quindi intuibile che non tutti i terreni presentino queste caratteristiche e proprio questi fattori ambientali, presenti nella zona Langhe fanno si che il Tartufo Bianco d’Alba diventi un fungo così ambito.

È un fungo assolutamente spontaneo: ad oggi non esistono tecniche di coltivazione.

Consigli per l'uso

Il Tartufo Bianco deve essere tassativamente consumato crudo, pertanto  affettato sul piatto ultimato con l’apposito affetta tartufi.

I piatti classici della cucina delle Langhe a cui viene abbinato il Tartufo Bianco d’Alba sono i “Tajarin”  (tagliatelle impastate con tante uova e tagliate molto sottili, clicca qui per l’acquisto) e gli agnolotti al plin. Si consiglia di condirli e farli saltare in padella semplicemente  con del buon burro (oppure olio) per fare prevalere il sapore e il profumo del re della tavola il Tartufo che dovrà essere affettato a crudo sul piatto ultimato. Si sposa anche molto bene su un bel risotto. Si può inoltre gustare sulla battura di carne “Fassona” (razza di carne bovina Piemontese molto pregiata), l’uovo in cocotte o al padellino.

Pulizia e conservazione

Una volta che abbiamo acquistato i tartufi si pone il problema della loro conservazione. Qualcuno vuole affermare che il posto migliore per conservarli è la pancia….ma sovente accade che l’acquisto venga fatto in previsione di una cena particolare, tra amici o in famiglia, e che debbano trascorrere alcuni giorni dal momento dell’acquisto a quello del consumo.

Quando il tartufo inizia a diventare “gommoso”  al tatto deve essere subito consumato in quanto significa che ha raggiunto la sua massima maturazione.

I Tartufi  devono essere riposti in frigorifero  senza essere puliti, non deve essere assolutamente tolta la pellicola di terreno che in genere li riveste: essa li difende e li preserva da un rapido deterioramento.

Dopo averli avvolti singolarmente in una carta assorbente (quella in uso a rotoli in cucina) chiuderli in un barattolo di vetro o un contenitore di plastica, cambiare la carta quotidianamente o appena l’umidità trattenuta si rivela eccessiva e conservarli frigorifero; solo così è possibile mantenere le loro virtù aromatiche anche per più giorni a seconda della tipologia del tartufo acquistato.

Si consiglia di pulirli solo qualche ora prima del consumo; la pulizia deve avvenire sotto l’acqua corrente fredda utilizzando uno spazzolino in modo da pulire anche le parti più difficili.

E’ altresì  importante dopo il lavaggio asciugare bene i tartufi uno ad uno con carta assorbente da cucina,  richiuderli nuovamente in un contenitore e lasciarli riposare almeno mezz’ora prima di affettarli  affinchè possano ritrovare il loro pieno aroma.

 

Spedizioni

Il Tartufo Fresco viene spedito con servizio “express” in idonei contenitori di polistirolo e con l’aggiunta di ghiaccio sintetico.
I tempi di transito variano in base alla località di destinazione e sono stimati in 24h/48h lavorative salvo eventuali ritardi da parte dei corrieri.

Si  consiglia  di effettuare l’ordine entro i primi giorni della settimana  in modo tale che  l’ordine possa essere da noi evaso e consegnato nella stessa settimana; considerato che il Tartufo Fresco è un prodotto molto delicato e deperibile,  è importante evitare le spedizioni nel fine settimana.

In questo modo il Tartufo arriverà comodamente a casa vostra senza essersi deteriorato e senza perdere le sue proprietà ed il profumo che lo rendono unico e inconfondibile.

 

Privacy Preference Center