Spedizione gratuita in Italia per ordini da 25,00€
Fuori stagione
Descrizione

Nome scientifico: TUBER UNCINATUM CHATIN

Il tartufo nero uncinato è molto simile al tartufo nero estivo tanto che è considerato  una varietà invernale dello stesso. La superficie (il peridio) è rugosa e deve il suo some alle creste a forma di uncino presenti nelle spore; la parte interna (gleba) è più scura rispetto a quella del tartufo estivo.

Consigli per l'uso

Può essere affettato su qualsiasi piatto di carne come un carpaccio, un filetto, su una pizza per renderla speciale,  su un semplice e tradizionale uovo.

Per esaltarne il sapore si consiglia di affettarlo, scaldarlo per alcuni minuti  nel burro precedente  fuso (oppure olio) e utilizzare questo intingolo per condire un piatto di pasta all’uovo come il  classico “Tajarin” delle Langhe; oppure affettarlo e aggiungerlo al burro durante la mantecatura di  un risotto.

 

Pulizia e conservazione

Una volta che abbiamo acquistato i tartufi si pone il problema della loro conservazione. Qualcuno vuole affermare che il posto migliore per conservarli è la pancia….ma sovente accade che l’acquisto venga fatto in previsione di una cena particolare, tra amici o in famiglia, e che debbano trascorrere alcuni giorni dal momento dell’acquisto a quello del consumo.

Quando il tartufo inizia a diventare “gommoso”  al tatto deve essere subito consumato in quanto significa che ha raggiunto la sua massima maturazione.

I Tartufi  devono essere riposti in frigorifero  senza essere puliti, non deve essere assolutamente tolta la pellicola di terreno che in genere li riveste: essa li difende e li preserva da un rapido deterioramento.

Dopo averli avvolti singolarmente in una carta assorbente (quella in uso a rotoli in cucina) chiuderli in un barattolo di vetro o un contenitore di plastica, cambiare la carta quotidianamente o appena l’umidità trattenuta si rivela eccessiva e conservarli frigorifero; solo così è possibile mantenere le loro virtù aromatiche anche per più giorni a seconda della tipologia del tartufo acquistato.

Si consiglia di pulirli solo qualche ora prima del consumo; la pulizia deve avvenire sotto l’acqua corrente fredda utilizzando uno spazzolino in modo da pulire anche le parti più difficili.

E’ altresì  importante dopo il lavaggio asciugare bene i tartufi uno ad uno con carta assorbente da cucina,  richiuderli nuovamente in un contenitore e lasciarli riposare almeno mezz’ora prima di affettarli  affinchè possano ritrovare il loro pieno aroma.

 

Spedizioni

Il Tartufo Fresco viene spedito con servizio “express” in idonei contenitori di polistirolo e con l’aggiunta di ghiaccio sintetico.
I tempi di transito variano in base alla località di destinazione e sono stimati in 24h/48h lavorative salvo eventuali ritardi da parte dei corrieri.

Si  consiglia  di effettuare l’ordine entro i primi giorni della settimana  in modo tale che  l’ordine possa essere da noi evaso e consegnato nella stessa settimana; considerato che il Tartufo Fresco è un prodotto molto delicato e deperibile,  è importante evitare le spedizioni nel fine settimana.

In questo modo il Tartufo arriverà comodamente a casa vostra senza essersi deteriorato e senza perdere le sue proprietà ed il profumo che lo rendono unico e inconfondibile.

 

Privacy Preference Center