Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 2

Tartufo Nero Estivo Fresco (Scorzone)

Tartufo Nero Estivo Fresco (Scorzone)

Tuber Aestivum Vitt.

Provenienza:  Italia 
Pezzatura:
 sotto i 15 gr. / da 15 gr. a salire
Quantità consigliata:  20/30 gr a persona  
Spedizione:  24h/48h in base alla destinazione

Per quantitativi superiori  contattateci e Vi invieremo relativa quotazione

Prezzo di listino €0,00 EUR
Prezzo di listino Prezzo scontato €0,00 EUR
In offerta Fuori stagione
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al check-out.

Specifiche prodotto

SKU:TNE

Visualizza dettagli completi

Contenuto comprimibile

Descrizione

Nome scientifico: TUBER AESTIVUM VITT.
Il Tartufo Nero Estivo è chiamato volgarmente “scorzone” proprio per la sua parte esterna (il peridio) di colore nero con grandi verruche piramidali, la parte interna  (la gleba)  ha un colore  che va dal biancastro al nocciola in base alla sua maturazione.
E’ l’unico tipo di tartufo che nasce nel periodo estivo.

Attenzione: Prodotto soggetto a calo peso.

Pulizia e Conservazione

Una volta che abbiamo acquistato i tartufi si pone il problema della loro conservazione. Qualcuno vuole affermare che il posto migliore per conservarli è la pancia….ma sovente accade che l’acquisto venga fatto in previsione di una cena particolare, tra amici o in famiglia, e che debbano trascorrere alcuni giorni dal momento dell’acquisto a quello del consumo.

Il Tartufo è un fungo ipogeo (nasce e vive sotto terra) ed è facilmente deperibile. Il Tartufo Nero è meno delicato del Tartufo Bianco Pregiato ha comunque una durata breve che può variare dai 5 ai 7gg circa. Per meglio gustarne l’aroma il tartufo dovrebbe essere consumato prima possibile; quando il tartufo inizia a diventare gommoso al tatto deve essere subito consumato in quanto ha raggiunto il massimo grado di  maturazione.

Il Tartufo Nero rimanendo nella confezione chiusa a volte sprigiona delle muffe che si manifestano con un velo bianco sul peridio (parte esterna) ma è un processo naturale pertanto non significa che il tartufo si sia deteriorato, ma sarà sufficiente spazzolarlo o rilavarlo per consumarlo.

Esistono alcuni accorgimenti che consentono di mantenere la consistenza ed il suo profumo anche a distanza di giorni: al ricevimento del pacco si consiglia di togliere i tartufi dalla propria scatola da noi precedentemente fasciati (in quanto la carta sarà diventata umida) e riavvolgerli uno ad uno in una nuova carta assorbente (quella in uso a rotoli in cucina), chiuderli in un barattolo di vetro o un contenitore di plastica, cambiare nuovamente la carta appena l’umidità trattenuta si rivela eccessiva e conservarli in frigorifero (da 2° a 4° circa).

Il Tartufo Nero viene da noi consegnato dopo essere stato lavato “grossolanamente” in quanto la sua scorza ruvida trattiene molta terra; dovrà ancora essere rilavato ma solo al momento del consumo sotto l’acqua corrente fredda utilizzando uno spazzolino in modo da pulire anche le parti più difficili. Dopo il lavaggio, asciugare bene i tartufi uno ad uno con carta assorbente da cucina e lasciarli riposare almeno mezz’ora prima di affettarli  affinché possano ritrovare il loro pieno aroma.

Consigli per l'uso

E’ tra i tartufi maggiormente utilizzati  per la preparazione di salse o per le paste ripiene. Può essere affettato su qualsiasi piatto di carne come un carpaccio, un filetto, su una pizza per renderla speciale o utilizzato come ripieno della pasta fresca.

Il tartufo Nero Estivo non ha un’aroma forte ed intenso come il Tartufo Bianco (Tuber Magnatum Pico) pertanto si consiglia di utilizzarne una quantità maggiore e non meno di  circa 15 gr. a persona.

Il Tartufo Nero, a differenza del Tartufo Bianco che va tassativamente consumato crudo, si consiglia di affettarlo e scaldarlo in quanto il caldo lo aiuta a sprigionare al meglio le sue proprietà aromatiche

Un ottimo primo piatto sono i classici e celebri ''Tajarin'' all’uovo (simili ad una tagliatella ma tagliati a mano e molto sottili) che rappresentano uno dei più tradizionali piatti della cucina delle Langhe: in una padella sciogliere del semplice burro o del burro al tartufo, affettare il tartufo fresco in modo che senta un po’ di calore e previa bollitura fare saltare la pasta nell’intingolo. Se si cucina un risotto si può affettare negli ultimi minuti di cottura durante la mantecatura. Un piatto semplice, ma che si sposa molto bene con il tartufo, è l’uovo al padellino o in cocotte.

Spedizioni

Il Tartufo Fresco viene spedito con servizio “express” in idonei contenitori di polistirolo e con l’aggiunta di ghiaccio sintetico.
I tempi di transito sono sempre stimati e mai garantiti. Essi variano da 24h/48h lavorative, in base a come è servita la località di destinazione, salvo eventuali ritardi da parte dei corrieri, di cui non ci possiamo assumere la responsabilità.

Le spedizioni vengono effettuate il lunedì, martedì e mercoledì. Gli ordini e i pagamenti a mezzo bonifico bancario pervenuti dopo le 14 del mercoledì saranno spediti il lunedì successivo in quanto vogliamo garantire e preservare la qualità del prodotto e il Tartufo Fresco è un prodotto molto delicato e deperibile.

In questo modo il Tartufo arriverà comodamente a casa vostra senza essersi deteriorato e senza perdere le sue proprietà ed il profumo che lo rendono unico e inconfondibile.

Pezzature e Prezzi

  • PEZZATURA sotto i 15 gr.: si intende che ogni singolo tartufo ha una pezzatura massima di 15 gr.
  • PEZZATURA dai 15 gr. a salire: si intende che ogni singolo tartufo ha una pezzatura minima di 15 gr.

Il TARTUFO è un prodotto stagionale  il cui sviluppo è determinato dalle condizioni ambientali e atmosferiche; questi fattori possono fare subire delle variazioni al prezzo.

Chi siamo

Nel 2005, nasce Tartufi al Massimo, dopo un’esperienza di oltre vent’anni a stretto contatto con i cercatori locali di tartufi, i famosi “Trifulau”; un’azienda situata nel cuore delle Langhe,che rimane di chiara impronta familiare, dove l’esperienza convive con un’alta professionalità e soprattutto con un’accuratissima attenzione ai clienti.

Vieni a scoprire di più!

Articoli collegati